Terza giornata di campionato e seconda trasferta per il Santa che ha bisogno di smuovere una classifica che dice ancora zero punti dopo le sconfitte con gli Orsini e l’ultima casalinga con l’Offida.

Mister Morganti deve ancora rinunciare ad Acciaroli, con Fioravanti non al meglio che parte dalla panchina. Un problema quello dei centrali di difesa parzialmente risolto con il rientro di Ferretti, al suo fianco Aljilji. In avanti il giovane Formica a supporto di Alesi, con Silvestri e Kone a presidiare le fasce.

Di contro il Castignano, privi dello squalificato Giansante e di Cinesi per infortunio, e con Gandelli che parte dalla panchina.

Parte bene il Santa che al 4′ sfiora il goal: cross di Silvestri che pesca in area Kone, il quale si aggiusta il pallone con il petto e spara a botta sicura trovando una gran risposta del portiere locale Falcioni. Sulla respinta si avventa Alesi che mette dentro, ma l’arbitro ferma subito l’azione per fuorigioco.

Quindi la risposta del Castignano all’8′ con un lungo lancio che trova Manni che, in sospetto fuorigioco, prova a superare Mariani, il quale è tempestivo in uscita a chiudere la porta all’attaccante del Castignano.

Preludio del goal che arriva due minuti dopo quando un gran cross di Angelini premia l’inserimento sul secondo paolo di Martoni che beffa in velocità Nicolosi e piazza la zampata vincente.

Ancora il Castignano al 15′: colpo di testa Damiani su cross ancora di Martoni, Mariani respinge in angolo.

Quindi il Santa prova a reagire: prima al 19′ con una punizione di Silvestri dal limite di poco alta, poi un minuto dopo con un tiro di Kone che entrato in area di rigore calcia debolmente a lato.

Il Santa ci prova, ma il Castignano controlla senza troppi problemi fino all’intervallo.

Al rientro dagli spogliatoi è ancora il Castignano ad avere le occasioni migliori: al 64′ con Manni che riceve un lungo lancio ma calcia sull’esterno della rete e 3 minuti dopo con Staccia che dentro l’area di rigore fa partire un diagonale che sibila il palo a Mariani battuto.

Ci riprova allora il Santa ma senza trovare lo spiraglio giusto: prima è Silvestri che tenta un tiro dalla distanza ben bloccato da Falcioni, poi Severo con una conclusione dal limite, di poco fuori.

Il Santa si espone quindi al contropiede: grande occasione per Manni che solo davanti a Mariani perde l’occasione e si fa rimontare da un difensore truentino, quindi il colpo di testa di Fortunati che libero ed indisturbato nel cuore dell’area di rigore non sfrutta a dovere un calcio di punizione battuto da Angelini.

Termina qui l’incontro con il Castignano che, sfruttando l’occasione iniziale e portando l’inerzia dell’incontro dalla sua parte, ha saputo ben amministrare il vantaggio. Di contro un Santa che deve e può far di più, emblematico (oltre i punti in classifica) anche lo zero nella casella dei goal fatti dopo 3 partite. Occorre più determinazione ma siamo sicuri che i nostri ragazzi daranno il massimo già dal prossimo incontro.


Lascia un commento